Regolamento interno




REGOLAMENTO INTERNO

A.S.D. PODISTICA POMEZIA

16.07.2019

Premessa

Il presente Regolamento ha lo scopo di definire l’organizzazione interna dell’Associazione, di disciplinare la condotta degli associati, e di divulgare la pratica sportiva dell’atletica leggera.

Art. 1 Tesseramento

  1. Il tesseramento ha validità dalla data di rilascio sino al 31 agosto di ogni anno;
  2. Il tesseramento comporta l’impegno al rispetto dello Statuto, del presente Regolamento, di Giustizia e Disciplina, della normativa CONI, del regolamento federale, nonché delle norme afferenti al Regolamento Antidoping e delle prescrizioni Sanitarie di legge;
  3. Per tesserarsi è necessario compilare il modulo online presente sul sito istituzionale nella sezione Tesseramento > Nuovo Iscritto e consegnare in originale ( 5 del D.M. 18.02.1982) il certificato medico sportivo in corso di validità rilasciato da un medico specialista in medicina della Sport che attesti l’idoneità fisica all’attività agonistica in atletica leggera;
  4. Il certificato medico sportivo ha una validità di 12 mesi dalla data del rilascio, o inferiore se diversamente disposto dal medico sportivo, e sarà cura dei singoli soci rinnovarlo per tempo e farlo pervenire in originale alla segreteria. Alla scadenza del certificato il tesseramento viene sospeso con conseguente impossibilità da parte dell’atleta di continuare l’attività agonistica. L’Associazione verrà sollevata da ogni responsabilità per le eventuali gare effettuate dal singolo atleta con il certificato medico scaduto;
  5. La quota associativa ha un costo rispettivamente di 10€ se si sceglie il tesseramento ACSI e 20€ se si sceglie il tesseramento FIDAL (salvo costi di trasferimento) per tutti gli atleti che rinnovano il proprio tesseramento per la nuova stagione. I nuovi tesserati versando una caparra di 30€ riceveranno il completino ed avranno diritto all’iscrizione gratuita a tre gare di campionato (per un massimo di 10€ a gara) usufruibile entro un anno dal tesseramento;
  6. Il tesseramento dà diritto a:
    1. tessera EPS (Ente di Promozione Sportiva) competitiva o tessera FIDAL competitiva;
    2. la partecipazione attiva alla vita associativa (diritto di voto, di intervento nelle assemblee, ecc.);
    3. servizi di segreteria;
    4. la partecipazione al campionato sociale;
    5. al servizio di iscrizione alle gare;
    6. alla fornitura gratuita di un completino da running (canotta e pantaloncino) nell’arco della durata del contratto con lo sponsor;
    7. la partecipazione ai pranzi sociali a prezzo agevolato;
    8. all’acquisto dell’abbigliamento sociale a prezzo agevolato;
    9. agevolazioni e sconti con aziende/attività convenzionate.

Art. 2 Campionato Sociale

  1. Il campionato inizia il 1° gennaio e termina il 31 dicembre di ogni anno;
  2. Possono partecipare al campionato sociale tutti gli atleti in regola con il tesseramento e con le norme sulla tutela sanitaria dell’attività agonistica sportiva per l’atletica leggera;
  3. Al campionato sociale si parteciperà automaticamente senza alcuna richiesta;
  4. Semestralmente viene stilato un calendario orientativo di gare scelte tra quelle della provincia di Roma, nel Lazio o eccezionalmente fuori regione integrabile o modificabile nel corso dell’anno;
  5. Le gare saranno inserite e comunicate periodicamente, a cura del Consiglio Direttivo in base all’interesse dell'Associazione e/o dei soci. Il Consiglio Direttivo a suo insindacabile giudizio si riserva la facoltà per motivi tecnici/economici di inserire ulteriori gare nel corso dell’anno;
  6. Il punteggio assegnato ad ogni gara viene calcolato sulla base dello schema presente sul sito istituzionale che tiene conto dei chilometri percorsi, dell’ordine di arrivo e del bonus età/passo;
  7. Al termine del campionato sociale di ogni anno saranno premiate le prime 3 posizioni maschili e le prime 3 femminili. Si ha diritto al premio dopo aver disputato almeno 4 gare;
  8. Dalla terza gara di campionato all’atleta che non indosserà la “maglia” sociale in gara gli verranno decurtati 5 punti dal punteggio ottenuto;

Art. 3 Iscrizione gare

  1. Il servizio di iscrizione gare viene effettuato dall’associazione per tutte le gare di campionato. Per iscriversi alle gare di società sarà sufficiente rispondere all’e-mail o al messaggio broadcast su WhatsApp inviato dall’Associazione. Sarà altresì possibile richiedere l’iscrizione ad altre gare non di campionato salvo l’indisponibilità della persona incaricata di tale servizio. Il servizio di iscrizione gare non di campionato obbliga l’atleta ad indossare la divisa sociale, diversamente quest’ultimo non potrà più usufruire di tale servizio;
  2. Non saranno accettate richieste di iscrizioni alle gare pervenute fuori termine disposto o tramite mezzi diversi da quelli sopra elencati;
  3. La mancata partecipazione a una gara per la quale è stata fatta esplicita richiesta d’iscrizione comporterà l’obbligo per l’atleta di versare comunque la quota d’iscrizione alla società;
  4. Per tutte le gare non inserite nel calendario sociale alle quali ogni atleta vorrà partecipare, dovrà provvedere personalmente all’iscrizione ed al ritiro del pettorale. L’Associazione non si occuperà in alcun modo all’iscrizione a gare fuori da quelle previste nel campionato sociale. Si suggerisce di indossare il completino sociale come senso di appartenenza anche alle gare non di campionato;
  5. Ogni atleta ha il dovere di gareggiare nel rispetto dei regolamenti FIDAL, di quelli del CONI e di quelli predisposti dall’organizzazione della gara. È doveroso che ogni atleta mantenga sia in gara, che prima e dopo il suo svolgimento, un comportamento corretto e sportivo, basato sulla lealtà sportiva, sul rispetto delle regole e degli avversari. È quindi assolutamente vietato adottare atteggiamenti fraudolenti, sleali o antisportivi in gara, come accorciare o “tagliare” volontariamente il percorso con l’esplicito scopo di ottenere un vantaggio irregolare, ostacolare, disturbare o danneggiare volontariamente un altro atleta, violare i regolamenti imposti dalla società organizzatrice della gara e quelli determinati dalla FIDAL o dall’EPS e, soprattutto, assumere sostanze proibite dalle normative antidoping.
  6. È assolutamente vietato cedere il proprio pettorale ad altra persona o riceverne uno da terzi senza che preventivamente non sia stata approvata da parte dei responsabili dell’Associazione.
  7. l'atleta è tenuto a ritirare il pettorale entro 30 minuti dall'orario di inzio della competizione. La società non risponde della mancata consegna del pettorale oltre il tempo limite e non sarà tenuta a restituire alcun rimborso della quota d'iscrizione.

Art. 4 Comportamento dei soci e vita sociale

  1. Il socio con la sottoscrizione del presente regolamento dichiara espressamente di aver letto e di aver avuto conoscenza dello stato e delle regole ivi descritte e, per l’effetto, si impegna e rispettarle.
  2. Il socio dovrà avere un comportamento corretto, leale e rispettoso verso gli altri soci e verso tutti gli organismi costituenti l’associazione (Consiglio direttivo, Commissioni o delegati) ed a tal fine è incompatibile con i principi societari l’utilizzo di linguaggio irriverente o offensivo ovvero di contenuto denigratorio o diffamatorio verso persone (soci ovvero dirigenti della Società) o situazioni (eventi o iniziative organizzate della Società) che possano sostanziarsi in pubbliche manifestazioni, ivi incluse le chat ufficiali whatapp, facebook e similari. Al Consiglio Direttivo sarà demandata la funzione di controllo e di vigilanza per il rispetto delle suddette regole, nonché di attuare le dovute azioni a tutela dell’immagine societaria attraverso l’irrogazione delle seguenti sanzioni 1) ammonimento verbale 2) ammonimento scritto 3) sospensione dalle gare societarie per un periodo compreso tra 1 settimana e 2 mesi; 4) espulsione del socio;
  3. Il socio è invitato ad essere partecipe attivamente alla vita sociale, anche attraverso la proposizione di nuove idee o iniziative e/o proposte migliorative che potrà, in ogni momento, sottoporre al Consiglio Direttivo ovvero ad un Suo membro che ne riferirà in assemblea dirigenziale; ad essere collaborativo nel fornire apporto all’organizzazione degli eventi e delle iniziative della Società (gara podistica “Orme di Enea”) ed a tenere un comportamento sempre civile e rispettoso, evitando situazioni di tensione, disturbo e divisione. Con la sottoscrizione del presente regolamento sociale, i soci prendono atto che i principi societari rifiutano categoricamente l’utilizzo della violenza, anche solo verbale, perpetrata anche al solo fine di imporre le proprie idee, di rimediare ad una paventata ingiustizia o per porre una regolazione alle relazioni interpersonali, e poiché siffatto comportamento risulta essere fortemente in contrapposizione con lo spirito societario, al Consiglio Direttivo sarà demandata l’attuazione di misure necessarie per la tutela dell’immagine societaria attraverso l’irrogazione delle seguenti sanzioni: 1) ammonimento verbale 2) ammonimento scritto 3) sospensione dalle gare societarie per un periodo compreso tra 1 settimana e 2 mesi; 4) espulsione del socio;  
  4. Al socio che partecipa alle competizioni inserite nel calendario sociale ovvero alle gare non inserite ma alle quali sia iscritto a mezzo del servizio di prenotazione reso dalla Società, è fatto obbligo d’indossare la tenuta sociale, laddove lo stesso l’abbia in dotazione. Il mancato rispetto di siffatte regole comportamentali determinerà, con ultima decisione da parte del Consiglio Direttivo, la non fruibilità del socio al servizio di “iscrizione gare” reso dalla Società ovvero l’irrogazione delle seguenti sanzioni: 1) ammonimento verbale 2) ammonimento scritto 3) sospensione dalle gare societarie per un periodo compreso tra 1 settimana e 2 mesi; 4) espulsione del socio.
  5. Il socio è chiamato a partecipare alle gare inserite nel calendario sociale, richiedendo uno speciale sforzo partecipativo a quelle denominate “GOLD” in ragione della possibilità che la Società, partecipando con più atleti possibili, abbia la possibilità di concorrere per l’aggiudicazione del premio in danaro posto in palio dagli organizzatori, che comporterebbe un incasso societario utile ed indispensabile per il mantenimento e/o miglioramento dei servizi resi ai soci. A tal fine, la Società chiama ogni singolo socio e atleta, personalmente, a preferire le stesse rispetto ad altre competizioni. Atteso che la partecipazione alle gare di campionato, è una scelta puramente discrezionale del socio e che in alcun modo la Società potrà mai attuare atteggiamenti coercitivi al riguardo, tuttavia, al socio è fatto formale divieto, nei giorni ove è programmata una gara sociale, di dissuadere altri soci alla sua partecipazione ovvero di proporre la partecipazione a gare differenti, fatta salvo il diritto di potervi partecipare in forma individuale. Al Consiglio Direttivo sarà demandata l’attuazione di misure necessarie per la tutela delle regole comportamentali, anche attraverso l’irrogazione delle seguenti sanzioni: 1) ammonimento verbale 2) ammonimento scritto 3) sospensione dalle gare societarie per un periodo compreso tra 1 settimana e 2 mesi; 4) espulsione del socio;    
  6. Nello svolgimento delle gare, i soci rappresentano l’immagine e la serietà dell’associazione, e pertanto sono tenuti a gareggiare con spirito sportivo, utilizzando un comportamento nel pieno rispetto delle regole sportive. Sarà ritenuto contrario allo spirito sportivo ed ai principi della Società tagliare il percorso ovvero avvalersi di trucchi ed artifici per alterare i risultati sportivi, ivi incluso l’utilizzo di sostanze vietate. La società ritiene, pertanto, che la gara deve essere un momento di confronto al fine di migliorare noi stessi e gli altri nel pieno rispetto del convivere civile senza denigrare nessun atleta. Al Consiglio Direttivo che abbia avuto notizia del comportamento antisportivo di un socio/atleta nello svolgimento di una gara, indifferentemente che la stessa sia rientrante nel campionato sociale, sarà demandata l’attuazione di misure necessarie per la tutela dell’immagine societaria attraverso l’irrogazione delle seguenti sanzioni: 1) ammonimento verbale 2) ammonimento scritto 3) sospensione dalle gare societarie per un periodo compreso tra 1 settimana e 2 mesi; 4) espulsione del socio.
  7. Eventuali iniziative personali riguardanti l’Associazione (proposte, progetti, iniziative sportive e promozionali) dovranno essere preventivamente sottoposte all’esame del Consiglio Direttivo, con apposita richiesta verbale o scritta. Non sono in ogni caso ammesse iniziative autonome che comportino per la Società disagio economico, organizzativo e uso improprio di immagine;
  8. È fatto assoluto divieto ai soci di coinvolgere l’Associazione in problematiche personali e/o di carattere economico o nei rapporti tra soci e/o terzi;
  9. È vietato utilizzare l’Associazione e i mezzi di comunicazione tra soci come veicolo pubblicitario per attività proprie o per promuovere eventi con un proprio tornaconto se non approvati dal Consiglio Direttivo;
  10. Sono ben accette convenzioni, agevolazioni e sconti ai propri tesserati purché approvati dal Consiglio Direttivo;
  11. Qualora si verificassero all’interno dell’Associazione scorrettezze, ostilità, problemi e divergenze tra soci, il Direttivo avrà la facoltà di convocare un incontro tra le parti, che potranno esporre le loro motivazioni. Il Direttivo tenterà di conciliare le parti e, se lo riterrà opportuno, potrà sottoporre il caso all’Assemblea dei Soci. Le decisioni assunte saranno insindacabili ed inappellabili.
  12. L’Associazione mantiene le pubbliche relazioni con l’esterno e con i terzi attraverso i membri del Consiglio Direttivo. In particolar modo i rapporti con i mezzi di informazione (stampa, radio, TV, internet, forum, ecc.) e con Enti e Federazioni sportive sono tenute dal Presidente e dall’addetto stampa delegato. Nessun altro soggetto all’infuori dei membri del Direttivo (e senza l’espressa autorizzazione di questi ultimi) potrà relazionarsi con terzi esterni, assumere impegni ufficiali o esternare opinioni in nome e per conto dell’Associazione. Inoltre, nessun socio potrà fare uso del nome e del logo dell’Associazione senza averne titolo e senza preventiva autorizzazione.
0
0
0
s2smodern

Contatti

  • Pomezia (RM) Via Varrone, snc
  • Segreteria: Via Orazio, 77 c/o Punto Casa
  • (+39) 360 360 062
  • info@podisticapomezia.it

Affiliazione

© 2014-2019 A.S.D. PODISTICA POMEZIA - C.F. e P.I. 04474401009 - webmaster: Paolo Bianchi